E così vorresti diventare un buon educatore cinofilo!

Tradotto da Paolo Terrile (from the original in English “So you want to be a good dog trainer!“)

Il lancio dei Guinea Pig Camps ha attirato l’attenzione di molti amanti degli animali, in particolare degli educatori cinofili. Due specifiche domande mi sono state fatte ripetutamente: (1) in che modo addestrare un porcellino d’India mi può far diventare un miglior educatore cinofilo? (2) Cosa c’entrano i porcellini d’India con i cani?

Guinea Pig using the A-frame.

Un porcellino d’India su una palizzata. I porcellini non sono particolarmente agili, ma amano le sfide. Un buon addestratore può insegnare loro parecchi trucchi.

 

La abilità di base per addestrare un cane solo le stesse che servono per addestrare qualsiasi animale. L’unica differenza è che – evidentemente – un cane è un cane e non un cavallo, o un porcellino d’India. Il che è un aspetto positivo poiché (a motivo della storia che abbiamo in comune con i cani) non c’è animale più facile da addestrare di un cane. Al tempo stesso, proprio perché i cani ci rendono la vita più semplice, c’è un limite a ciò che possiamo imparare se addestriamo solo cani e mai altri animali.

I cani perdonano i nostri errori e sono praticamente sempre disponibili a cooperare con noi. Altre specie animali invece ci considerano con maggior attenzione e esigono che guadagniamo la loro fiducia. Se non si fidano di noi, non seguiranno i  nostri insegnamenti e quindi non potremo addestrarli.

Un cavallo non vi seguirà se non si fida di voi e serve molto per ottenere la fiducia di un cavallo (e solo un attimo per perderla completamente). Potete dargli quante carote volete, ma se decide che non si può fidare di voi, le migliori carote del mondo saranno inutili.

Un gatto ammiccherà a voi ed al cibo che gli state offrendo almeno un paio di volte, prima di considerare persino la possibilità di avvicinarsi. Dopodiché, se considererà la vostra richiesta adeguata in cambio del cibo che gli state offrendo, potrà accettare le vostre attenzioni. Altrimenti, ammiccherà ancora una volta (se siete fortunati), prima di rimettersi a sonnecchiare.

Dog and guinea pig

Un cane e un porcellino d’India insieme. Addestrare un porcellino d’India può farsi diventare un miglior educatore cinofilo (foto letsbefriends.blogspot.com).

 

Il porcellino d’India – un piccolo animale sociale, di aspetto accattivante – è per natura pauroso e diffidente, essendo la preda favorita di molti predatori, tra cui anche l’uomo. A differenza del cane, l’uomo non condivide col porcellino d’India una comune storia evolutiva e, pertanto, questo animale non vi concederà alcunché senza qualcosa in cambio. Dovrete lavorare per ottenere la fiducia del porcellino d’India e dimostrargli che cooperare con voi è vantaggioso nel breve e nel lungo termine.

Addestrare i porcellini d’India vi insegnerà molte tra le questioni teoriche dell’apprendimento animale, che trovereste noioso leggere in un libro; per contro, le apprenderete in modo divertente poiché ne avrete esperienza immediata e diretta. Dovrete essere precisi ed applicare i metodi corretti per ottenere il giusto comportamento. Avrete inoltre la possibilità di applicare l’intera gamma del condizionamento operante, migliorando quindi le vostre capacità pratiche.

I cani sono animali eccezionali e siamo fortunati perché sono (quasi) sempre attenti a ciò che facciamo e sono ottimi osservatori. Come diceva a lezione il Professor Lorenz, “i cani sono etologi migliori di quanto lo siamo noi”. Non è invece questo il caso dei porcellini d’India, che non hanno una storia di co-evoluzione comune con noi. Hanno certamente ottime capacità di osservazione, ma non sono particolarmente attenti al nostro comportamento. Dovrete essere quindi voi stessi degli osservatori molto attenti per individuare il momento giusto per mettere in atto il metodo corretto per ottenere il comportamento desiderato; in questo modo, potrete sviluppare la vostra capacità di osservazione, il che indubbiamente farà di voi un miglior educatore cinofilo.

Siamo così abituati alla presenza dei cani che tendiamo ad interpretarne il comportamento come se fossero umani, commettendo così un grave errore per il quale, spesso, non subiamo conseguenze. Con i porcellini d’India, impariamo invece ad osservare, analizzare ed interpretare il comportamento in maniera oggettiva.

Puppy and guinea pig.

Animali di specie diverse possono sviluppare ottime relazioni e vivere tra loro in armonia (foto Dashawk).

 

Potete insegnare molte cose ai cani anche senza aver prima pianificato l’addestramento. Sono infatti così attivi e desiderosi di compiacere che, prima o poi, faranno qualcosa che vi piace e che potrete rinforzare. Questo però non accade invece con i porcellini d’India. Dovrete pianificare in anticipo l’addestramento, definire in modo chiaro i vostri obiettivi and preparare un piano di intervento. Con i cani, possiamo andare a braccio, ma ciò non è possibile con altri animali. Addestrare porcellini d’India vi insegnerà inoltre ad essere pronti per gli imprevisti, a preparare piani alternativi, predisponendo un piano B quando il piano A non funziona nel modo atteso. Una volta che avrete appreso questa capacità, il vostro cane sarà il primo a ringraziarvi se condurrete per le vostre sessioni di addestramento definendo in anticipo il piano di intervento.

Siete certamente consapevoli che il senso del tempo è essenziale quando educate il vostro cane, ma – in modo abbastanza sorprendente – avrete comunque risultati accettabili anche quando il rinforzo non arriva al momento giusto. Con i cani è come canticchiare alla buona un motivetto, che i vostri amici riconosceranno comunque. Con i porcellini d’India bisogna essere intonati e cantare senza errori, o altrimenti vi suggeriranno di prepararvi meglio, prima di ripresentarvi. Dopo aver addestrato i porcellini d’India, il vostro senso del tempo sarà molto più preciso.

Molte persone non riescono a percepire completamente quello che accade intorno a loro, perché sono eccessivamente preoccupate dei loro sentimenti ed emozioni. Possiamo permetterci questo tipo di distrazioni con i cani, ma non invece con altri animali e, quindi, addestrare i porcellini d’India vi aiuterà a focalizzare la vostra attenzione sull’animale che state addestrando ed a sviluppare una maggiore attenzione per i particolari. Ciò aumenterà anche la consapevolezza di voi stessi, il che vi renderà non solo un ottimo addestratore di porcellini d’India, ma anche un educatore cinofilo migliore – influendo positivamente sulla vostra vita in senso più generale.

Nei nostri seminari, lavorerete in squadre di tre. Ciascuna squadra pianificherà un piano di intervento, che sarà stilato in anticipo, verrà ripreso in video durante la sua esecuzione, analizzato successivamente, modificato e quindi eseguito. I membri della squadra si avvicenderanno nell’addestramento, nella registrazione delle sessioni e nelle riprese. Migliorerete le vostre capacità di lavorare in gruppo, una capacità che vi sarà utile non soltanto quando tornerete ad educare i cani, ma in tutti i settori della vostra vita.

Adesso potete comprendere come addestrare un piccolo e piacevole porcellino d’India potrà farvi diventare un miglior educatore cinofilo, di cani, di gatti o addirittura un miglior collega di lavoro migliorando la vostra capacità di osservazione, il senso del tempo e l’abilità di lavorare in gruppo. Mentre i vostri colleghi potranno metterci un po’ per apprezzare i miglioramenti, il vostro cane se ne accorgerà subito, ve lo prometto. Potreste anche un fumetto sopra la sua testa, mentre dice “Che bello! Cosa ho fatto per meritarmi ciò? È come avere un proprietario nuovo di zecca!”

Police guinea pig? Not exactly yet, but who knows.  You could be the trainer of the first Guinea Pig tobacco and gunpowder detector.

Se vi piace il lavoro di discriminazione olfattiva, addestrare un porcellino d’India è la cosa migliore che possiate fare e vi insegnerà molto. Hanno un buon senso dell’olfatto, ma dovrete essere bravi a motivarli e ad avere un ottimo senso del tempo.

 

In un certo senso, un guinea pig camp è un mini corso di etologia (la scienza del comportamento animale). La maggior parte dei proprietari e anche molti addestratori non sono in grado di distinguere tra le quattro categorie di comportamenti che gli animali sociali hanno sviluppato nel corso dell’evoluzione: i c.d. comportamenti aggressivi, di paura, dominanti e di sottomissione. Confondere il comportamento aggressivo con quello dominante, come pure quello di paura con quello di sottomissione è uno spiacevole errore, peraltro ancora troppo comune, nonostante il fatto che ciascuno di questi comportamenti possiede funzioni ed espressioni specifiche.

Quando addestrate un porcellino d’India, non è importante che riusciate o meno a distinguere i comportamenti dominanti e di sottomissione dai comportamenti aggressivi o di paura, anche se si tratta di comportamenti normali per i porcellini d’India. Tuttavia, non esiste alcuna possibilità che voi entriate a far parte del branco dei porcellini d’India. Sarete sempre lo straniero, ma potrete decidere se essere uno straniero amichevole e meritevole di fiducia, oppure uno straniero angosciante e inaffidabile. Sarà una vostra scelta, che non è difficile da mettere in pratica, ma che richiede di pensare attentamente a quello che state facendo.

Così come i cavali, anche i porcellini d’India nel dubbio reagiscono con paura (un comportamento chiave per la loro sopravvivenza nella storia della loro evoluzione). Mostrare un atteggiamento composto e sicuro di sé funziona bene, ma ogni comportamento maggiormente assertivo può essere controproducente. I cani, animali sempre più sorprendenti, vi daranno sempre una seconda possibilità (e vi perdoneranno l’accento strano con cui parlate il loro linguaggio); un cavallo o un porcellino d’India difficilmente lo faranno. Se pensate di poter in qualche modo costringere un porcellino d’India a fare quello che voi volete, reagirà con paura e si immobilizzerà persino per mezz’ora, un disastro per qualsiasi aspirante addestratore.

Imparerete presto che la coercizione non è assolutamente il modo giusto di procedere. Così, imparerete i segreti della motivazione e la bellezza di saperla utilizzare (anche nel vostro ambiente), piuttosto che cercare di controllarla; e ciò, da solo, potrà condurvi a risultati inattesi e molto ben accetti.

Se potessero, sono sicuro che il vostro cane e il vostro cavallo ringrazierebbero i porcellini d’India per quello che vi insegneranno mentre li addestrate, perché senza dubbio diventerete un addestratore molto più attento e preciso. Avrete un maggior controllo di voi stessi piuttosto che dell’animale, imparerete a motivare piuttosto che a costringere, a mostrare ciò che volete piuttosto che arrivarci per caso, a raggiungere risultati intervenendo in misura minima (e talvolta persino impercettibile) sul normale comportamento del vostro animale preferito.

La vita è meravigliosa, non è vero?

R—

Related articles

Advertisements

Guinea Pig Camp—migliora le tue capacità di addestratore di animali

Tradotto da Paolo Terrile.

BENVENUTI AL GUINEA PIG CAMP!

Ti piacciono il lavoro di ricerca olfattiva e gli esercizi di agilità, sei affascinato dagli ‘Hero Rats’ che scoprono le mine antiuomo, e vorresti imparare alcune accortezze che possono farti diventare un miglior addestratore cinofilo? Non ti insegnerò come si addestra un cane poliziotto o un topo che localizza le mine antiuomo – è un lavoro riservato ai professionisti che si occupano di queste attività – ma ti insegnerò come addestrare un porcellino d’India a segnalare la presenza di tabacco e polvere da sparo e ad eseguire esercizi di agilità.

Police guinea pig

Porcellino d’India poliziotto? Non ancora, ma chi può dire? Potresti essere tu l’addestratore del primo porcellino d’India impiegato nella ricerca di tabacco e polvere da sparo.


PERCHÉ UN ADDESTRATORE CINOFILO DOVREBBE ADDESTRARE UN PORCELLINO D’INDIA?

È più facile addestrare i cani che altri animali, a motivo della relazione speciale tra il cane e l’uomo. I cani ci perdonano la maggior parte degli errori, dandoci una seconda possibilità. Gli animali con cui non abbiamo una relazione così stretta sono meno inclini a perdonare gli errori: è quindi importante essere precisi, progettare l’addestramento, sviluppare ottime capacità di osservazione ed avere sempre pronto un piano alternativo. Addestrare i porcellini d’India ti aiuterà a diventare un addestratore cinofilo migliore e più attento, più concentrato sui dettagli e pronto a recepire i feedback del tuo cane.

Un altro vantaggio di addestrare i porcellini d’India è l’assenza di un legame col porcellino che addestrerai, il che ti permetterà di essere più obiettivo di quanto saresti addestrando il tuo cane. Poiché l’addestramento del porcellino sarà un’esperienza nuova, non avrai abitudini errate da correggere. Non ti sentirai in imbarazzo quando il porcellino sbaglierà, poiché non ti identificherai con lui nel modo in cui i proprietari si identificano col loro cane.

Addestrare un porcellino d’India migliorerà le tue conoscenze teoriche e le tue abilità pratiche. Ti sorprenderai di quante cose si possano insegnare ad un porcellino d’India in soli quattro giorni.

Guinea Pig, Cavia porcellus, also called Cavies.

I porcellini d’India, Cavia porcellus, chiamati anche cavie, sono roditori sociali. La loro vista non è paragonabile a quella dell’uomo, ma i sensi dell’udito, dell’olfatto e del tatto sono molto ben sviluppati.


I PORCELLINI D’INDIA

Ogni gruppo di tre persone addestrerà un porcellino, utilizzando una cassa per l’addestramento (training box), ostacoli per gli esercizi di agilità, premi alimentari ed un fischietto (o un clicker). I membri del gruppo assumeranno a turno il ruolo di addestratore, osservatore e videoperatore. L’addestratore addestrerà il porcellino, l’osservatore registrerà la sessione e si assicurerà che sia rispettato il piano di addestramento, mentre il videoperatore riprenderà la sessione. Poiché tutti e tre membri del gruppo seguiranno un piano di addestramento pianificato in anticipo, avvicendarsi nell’addestramento non creerà inconvenienti. L’addestramento compiuto dal gruppo sarà quindi per la maggior parte coerente ma, ove si verificassero piccole variazioni, le stesse saranno un vantaggio ed un’opportunità di esaminare i fattori che possono influenzare l’addestramento. Questa è tra l’altro la ragione per cui tutte le sessioni di lavoro verranno filmate.

UNA GIORNATA AL CAMP

La giornata inizierà alle 9 e finisce alle 17, con pranzo dalle 12 alle 13. Ogni gruppo potrà decidere quando fare le pause. Snack, acqua, bibite, thè e caffè saranno a disposizione dei partecipanti.

Il corso si concentrerà per il 60% sulle attività pratiche di addestramento e per il 40% su aspetti teorici, come la progettazione dei piani di addestramento, la revisione delle sessioni di addestramento, l’esame dei video, la discussione all’interno di ciascun gruppo prima e dopo ciascuna sessione.

Il numero massimo di partecipanti è 30 suddivisi (10 gruppi).

PREREQUISITI

I partecipanti devono aver letto il manuale  “Mission SMAF—Bringing Scientific Precision Into Animal Training.” Fai click sul link per accedere gratuitamente al manuale in inglese (la traduzione in francese, spagnolo ed italiano sarà presto disponibile).

Guinea Pig: vocalization is their primary means of communication.

La vocalizzazione è il principale mezzo di comunicazione del porcellino d’India. Potrai imparare la differenza tra i diversi segnali vocali con cui questi animali comunicano.


QUOTA DI ISCRIZIONE

Poiché vogliamo offrire al maggior numero di persone l’opportunità di partecipare al Guinea Pig Camp, abbiamo contenuto la quota di iscrizione in EUR 395 (In Europa), USD 495 (negli USA), AUS 495 (in Australia), CND 495 (in Canada), JPY 44.500 (in Giappone). La quota di iscrizione non comprende l’alloggio, i trasporti e i pasti prima delle 9 e dopo le 17.

Gli organizzatori dei singoli Camp potrebbero modificare lievemente la quota di iscrizione (verifica le informazioni pubblicate dai singoli organizzatori).

DATE, LOCALITÀ E ISCRIZIONI

CI VEDIAMO PRESTO!

Il Guinea Pig Camp è un’esperienza che devi provare. È sorprendente quante cose possano imparare queste piccole simpatiche creature e quante ne possano insegnare. Non preoccuparti se ti dovessi innamorare del tuo porcellino d’India – alla fine del Camp potrai portarlo a casa con te, sempre che i tuoi compagni di gruppo siano d’accordo!

I Guinea Pig Camp sono un’occasione di apprendimento, di lavoro di gruppo e di divertimento!

Roger Abrantes